TEST RIDE BMW R 1250 GS

TEST RIDE BMW R 1250 GS

Abbiamo provato la BMW R 1250 GS in occasione dell’evento Bmw On The Road al passo della Raticosa. Ecco le nostre impressioni dopo il test ride su strada.

MOTORE

Il nuovo propulsore boxer sale di cubatura fino a 1254 cc, con 136 CV a 7750 g/min e 143 Nm di coppia a 6250 g/min.

Adotta ora la fasatura variabile con il sistema ShiftCam dal funzionamento impeccabile: l’albero a camme scorre longitudinalmente grazie a due perni e due attuatori elettrici , mettendo in funzione le camme più grandi o quelle più piccole in base al numero di giri e della posizione dei copri farfallati.

Il cambio elettronico a salire e scendere, adesso davvero preciso e più silenzioso rispetto alla versione precedente.

Ovviamente rispetta la normativa EURO 5.

test ride r 1250 gs

CICLISTICA ED ESTETICA

Ciclisicamente la BMW R 1250 GS mantiene invariato l’ormai consolidata soluzione con telaio a traliccio a motore portante e Telelever + Paralever con Dynamic ESA.

L”impianto frenante è composto da due pinze ad attacco radiale a 4 pistoncini con dischi da 305mm all’anteriore e pinza flottante a 2 pistoncini con disco da 276mm al posteriore.

Di serie i fari full led e la strumentazione digitale TFT da 6,5″ (optional nella precedente versione).

Cerchi 19″ / 17″ in alluminio a raggi oppure a razze con pneumatici 120/70 e 170/60.

L’ergonomia rimane quella a cui siamo abituati, tipica di BMW, comfortevole e godibile.

Il parabrezza è regolabile facilmente attraverso una manopola su lato destro.

ELETTRONICA

Le mappature di serie adesso sono 4 (Rain, Road, Enduro, Dynamic), restano optional le modalità “Pro”.

Oltre ai già noti sistemi di sicurezza elettronici in dotazione sulle precedenti versioni la BMW R1250 GS è dotata dell”Hill Start Control HSC, che assiste nelle partenze in salita più difficoltose.

Il Dynamic Brake Control, in caso di frenata di emergenza, ripartisce automaticamente la forza frenante tra anteriore e posteriore inoltre, sempre in caso di panic stop, chiude automaticamente i corpi farfallati nel caso in cui i sensori rilevino che il pilota sta frenando senza aver chiuso tutto il gas.

GUARDA IL VIDEO ON BOARD E GODITI IL SOUND DEL MOTORE BOXER!

LE NOSTRE IMPRESSIONI

Fatta salva la premessa che le nostre impressioni sono quelle di un non esperto, ma di un utilizzatore comune ecco ciò che ci ha restituto il test ride.

Passando dalla vecchia versione raffreddata a liquido alla R 1250 GS in versione HP, la prima sensazione una volta saliti in sella è quella di una maggiore compattezza.

Non si avverte in alcun modo la sensazione che prima si percepiva di una moto ingombrante o pesante, si ha piuttosto l’impressione di poter “dominare” maggiormente la moto.

In marcia si apprezza il solito “equilibrio perfetto” di BMW, sia alle velocità più basse che nei curvoni veloci si ha la sensazione di poter fare di tutto, la moto è precisa e solida, come se fosse su un binario.

La moto scende in piega naturlamente e senza fatica.

Il nuovo propulsore boxer ha davvero una marcia un più: pastoso, potente ed elastico. Già dai bassi regimi offre una maggiore coppia e in allungo un spinta senza fine fino a limitatore. Se paragonato al vecchio boxer raffreddato ad aria la differenza è sorprendente!

Abbiamo provato solo le mappature Road e Dynamic essendo un test su strada. Si sente la differenza? Eccome! Cambiando l’erogazione e il setting delle sospensioni con il Dynamic ESA la moto passa in un attimo da un amino da perfetta gran turismo ad uno sportivo e graffiante.

Il cambio elettronico e rapido e preciso, forse leggermente duro nell’azionamento, ma la moto era nuova…

La riduzione generale dei rumori meccanici restituisce inoltre la sensazione di una moto ancor più precisa e solida.

INFO UTILI

Il prezzo di listino per la versione standard è di € 18.150,00 f.c.

Qua il link diretto al sito BMW Motorrad

Potrebbe interessarti anche: TEST RIDE HONDA CRF 1100 L Africa Twin 2020

motorbikedays